Roner Alm

L’attuale rifugio Ronerhütte sarà demolito e ricostruito in forma ampliata.
La posizione e la forma della nuova struttura sono simili alla struttura esistente, in modo che gli assi visivi esistenti possano essere mantenuti e fornire all’osservatore un’immagine familiare il più possibile. L’invasione sul paesaggio naturale è stata ridotta al minimo attraverso la costruzione più compatta e poco ingombrante. La divisione del volume dell’edificio in due strutture con un edificio intermedio arretrato a un solo piano, segue l’andamento naturale del terreno, in modo da creare un aspetto paesaggistico tipico e integrare la baita con il paesaggio alpino. Nella definizione architettonica sono stati ripresi e riformulati elementi delle baite circostanti. La zona dello zoccolo dei due corpi principali è stata rifinita con un intonaco grigio caldo medio grosso. I piani superiori sono stati costruiti in modo tradizionale con sistema Blockhaus senza trattamento protettivo. Le superfici in legno possono quindi diventare grigie a seconda delle condizioni atmosferiche e dell’orientamento del sole e acquisire nel tempo un ricco gioco di colori.

in collaborazione con Geometra Carolin Hinteregger

Cliente

Roner Alm

Luogo

Alpe di Rodengo, Alto Adige

Fine dei lavori

2019

Fotografia

Martin Bacher